VIVERE NORMALE

12° GIORNO

Il deserto quaresimale ci ha offerto un’oasi molto speciale: l’abbraccio di un papà! Un papà che ha lasciato libere le sue paure e i suoi sogni per tuffarsi in profondità in un Sogno ancora più grande….solo quando accettiamo di starci dentro le cose, anche le più difficili e contraddittorie, e ci mettiamo il cuore, la nostra parte più profonda, allora una strada si trova….e allora scopriamo che “l’impresa più speciale” è quella di “vivere normale come padri e figli coi propri sbagli”….perché i veri supereroi sono quelli che accolgono la loro parte più tenera, scoprendo quanta forza c’è nella propria debolezza! Quanto mi piace sta quaresima…

Piazzolla&Parrillo (a cura di)

Vivere Normale
Facchinetti

A volte sai penso alle cose
Alle salite più faticose
Avrei dovuto insistere
Non serve mai guardarsi indietro
II mondo è fuori da questo vetro
È in ogni uomo semplice
Basta un cuore che batte a 600 all’ora

MA L’IMPRESA PIÙ SPECIALE
È DI VIVERE NORMALE
COME PADRI E FIGLI
COI PROPRI SBAGLI
LA STORIA SIAMO NOI, TUTTI NOI

C’è un tempo per cambiare
Amare e poi soffrire
E lentamente crescere
Da soli
Lo sai che io non so aspettare
Ho troppi sogni da realizzare
Sarà perché assomiglio a te
Con un cuore che batte a 600 all’ora
E un milione di cose che tengo in gola

E L’IMPRESA PIÙ SPECIALE
È DI VIVERE NORMALE
COME PADRI E FIGLI
COI PROPRI SBAGLI
LA STORIA SIAMO NOI
NOI CHE CORRIAMO… POI CI PERDIAMO
NEI SOGNI SPESSO… CI RITROVIAMO
NOI CHE VIVIAMO… DI MUSICA
MA L’IMPRESA PIÙ SPECIALE È DI VIVERE
NORMALE…NORMALE…NORMALE…
COME PADRI E FIGLI
COI PROPRI SBAGLI
LA STORIA SIAMO NOI, TUTTI NOI

A volte sai penso alla vita
A questa incognita infinita
Di ogni uomo semplice.

https://youtu.be/HTYkDFAmGn

VUOTO A PERDERE

11° GIORNO

Il bello del deserto è che ti costringe a fermarti. E prendere alcune consapevolezze anche nel cammino quaresimale. Sono già passati diversi giorni da quando ricevendo la cenere siamo entrati nel fantastico mondo dei quaranta giorni: Come sto con me stesso? Come sto con Dio? Come sto con gli altri? Si è mosso qualcosa? Mi sono allontanato/avvicinato? Sto sempre allo stesso punto? È tempo di una prima verifica.
Noemi con il suo vuoto a perdere (2011), ci invita a guardarci così come siamo, così come stiamo. Quanta vita vissuta inconsapevolmente! Il tempo cambia inevitabilmente le persone… non è detto necessariamente in peggio. E tu che ne pensi?
Quanto mi piace sta quaresima!

Noemi
VUOTO A PERDERE

Sono un peso per me stessa
Sono un vuoto a perdere
Sono diventata grande senza neanche accorgermene
E ora sono qui che guardo
Che mi guardo crescere
La mia cellulite le mie nuove
Consapevolezze, consapevolezze

Quanto tempo che è passato
Senza che me ne accorgessi
Quanti giorni sono stati
Sono stati quasi eterni
Quanta vita che ho vissuto inconsapevolmente
Quanta vita che ho buttato
Che ho buttato via per niente,
che ho buttato via per niente

Sai ti dirò come mai
Giro ancora per strada
Vado a fare la spesa
Ma non mi fermo più
A cercare qualcosa
Qualche cosa di più
Che alla fine poi ti tocca di pagare

Sono un’altra da me stessa
Sono un vuoto a perdere
Sono diventata questa
Senza neanche accorgermene
Ora sono qui che guardo
Che mi guardo crescere la mia cellulite
le mie nuove consapevolezze, consapevolezze

Sai ti dirò come mai
Giro ancora per strada
Vado a fare la spesa
Ma non mi fermo più
Mentre vado a cercare quello che non c’è più
Perché il tempo ha cambiato le persone
Ma non mi fermo più
Mentre vado a cercare quello che non c’è più
Perché il tempo ha cambiato le persone
Sono un’altra da me stessa
Sono un vuoto a perdere
Sono diventata questa
Senza neanche accorgermene.

SE NON AMI

10° GIORNO

Ehi ma qui si sta esagerando! Amare il nemico, amare chi ci perseguita…mi piaceva tanto sta quaresima, ma questo mi sembra un po’ troppo! Perché ci chiedi questo? Tu ci ami e vuoi il meglio per noi e sai che ogni limite che mettiamo all’amore è un limite che mettiamo alla misura infinita del nostro cuore….non si tratta di giustificare il male ma non farsi schiacciare e cambiare da esso! Si possono costruire grattacieli e conquistare il mondo ma “se non ami, non ti ami e non ci sei”….ok mi piace ancora sta quaresima….
Piazzolla&Parrillo (a cura di)

Se Non Ami
Nek

Puoi decidere le strade che farai
puoi scalare le montagne oltre i limiti che hai
potrai essere qualcuno se ti va
ma se non ami
se non ami
non hai un vero motivo per vivere
se non ami
non ti ami e non ci sei
se non ami
non ha senso tutto quello che fai
puoi creare un grande impero intorno a te
costruire grattaceli e contare un po’ di più
puoi comprare tutto quello che vuoi tu
ma se non ami
se non ami
non hai un vero motivo per vivere
se non ami
non ti ami e non ci sei
se non ami
se non ami
non hai il senso delle cose più piccole
le certezze che non trovi e che non dai
l’amore attende e non è invadente e non grida mai
se parli ti ascolta tutto sopporta crede in quel che fai
chiede di esser libero alle volte
e quando torna indietro ti darà di più
se non ami
se non ami
tutto il resto sa proprio di inutile
se non ami
non ti ami
non ci sei.
Senza amore noi non siamo niente mai

Mio Fratello Che Guardi Il Mondo

9° GIORNO

In marcia cuore mio! Ancora una volta, ancora un altro passo “per tracciare una strada nel cuore degli altri” come dice Fossati, che si rivolge da uomo ad ogni uomo per riscoprire una verità incontrovertibile eppure troppo spesso dimenticata, dal nostro cuore e dal cuore del mondo: quella della fraternità universale…e mentre siamo in cammino ci è donato il tempo per vivere da figli e scoprirci fratelli….qui sta tutta la legge e la giustizia profonda: che ognuno possa esprimere, oltre le fatiche, le paure e le cadute, dentro la sua diversità e unicità, il suo essere più profondo. Oltre ogni distanza e fatica lavoriamo per ritrovarci, oltre ogni sguardo di contesa e diffidenza, scoprendo che “ogni uomo è mio fratello!”, anche quello che mi ha fatto soffrire….è tosta, ma quanto è liberante: vivere senza farla pagare a nessuno, come ha fatto Lui! Vivere e far vivere…quanto mi piace sta quaresima!
Piazzolla & Parrillo (a cura di)

Mio Fratello Che Guardi Il Mondo
Ivano Fossati

Mio fratello che guardi il mondo
e il mondo non somiglia a te
mio fratello che guardi il cielo
e il cielo non ti guarda.

Se c’è una strada sotto il mare
prima o poi ci troverà
se non c’è strada dentro al cuore degli altri
prima o poi si traccerà.

Sono nato e ho lavorato in ogni paese
e ho difeso con fatica la mia dignità
Sono nato e sono morto in ogni paese
e ho camminato in ogni strada del mondo che vedi.

Mio fratello che guardi il mondo
e il mondo non somiglia a te
mio fratello che guardi il cielo
e il cielo non ti guarda.

Se c’è una strada sotto il mare
prima o poi ci troverà
se non c’è strada dentro al cuore degli altri
prima o poi si traccerà.

L’ANIMA VOLA

8° GIORNO

Quanta impazienza e quanta sfiducia nella preghiera, quante volte abbiamo chiesto e non abbiamo ottenuto, quanta delusione a volte dietro tutte le nostre distanze da Lui e dalla nostra interiorità. Nel deserto siamo chiamati a ritrovare questa fiducia caparbia che sa insistere senza stancarsi e se dall’Altro lato ci sembra risuonare il silenzio forse è solo perché lo stirare il nostro desiderio lo amplifica fino all’infinito, fino a poter contenere l’unico Dono di cui abbiamo veramente bisogno! Solo allora l’anima vola e osa come dice Elisa, e allora la richiesta di “non comprare niente” fatta da lei all’amato diventa la nostra preghiera, perché l’anima ha bisogno solo di un bacio che “è come il vento: quando arriva piano però muove tutto quanto”. La preghiera è il bacio dell’Amato che rimette in moto la nostra vita, la fortifica rendendola così capace di osare anche da sola, perché scopre di non essere mai sola, perché Lui c’è “anche tra mille tempeste”! Che forza sta preghiera! Come faccio a farne a meno? Quanto mi piace sta quaresima…

Elisa
L’ANIMA VOLA

L’anima vola
Le basta solo un po’ d’aria nuova
Se mi guardi negli occhi
Cercami il cuore
Non perderti nei suoi riflessi
Non mi comprare niente
Sorriderò se ti accorgi di me fra la gente
Sì che è importante
Che io sia per te in ogni posto
In ogni caso quella di sempre
Un bacio è come il vento
Quando arriva piano però muove tutto quanto
E un’anima forte che sa stare sola
Quando ti cerca è soltanto perché lei ti vuole ancora
E se ti cerca è soltanto perché
L’anima osa
E’ lei che si perde
Poi si ritrova
E come balla
Quando si accorge che sei lì a guardarla
Non mi portare niente
Mi basta fermare insieme a te un istante
E se mi riesce
Poi ti saprò riconoscere anche tra mille tempeste
Un bacio è come il vento
Quando soffia piano però muove tutto quanto
E un’anima forte che non ha paura
Quando ti cerca è soltanto perché lei ti vuole ancora
Quando ti cerca è soltanto perché lei ti vuole ancora
E se ti cerca è soltanto perché
L’Anima Vola
Mica si perde
L’Anima Vola
Non si nasconde
L’Anima Vola
Cosa le serve
L’Anima Vola
Mica si spegne